Anna Magnani ha convinto Giancarlo Menotti a debuttare nella regia del teatro di prosa: I’attrice e il musicista lo hanno annunciato ieri nel corso di una conferenza stampa.

II 16 dicembre al Teatro Quirino essi metteranno insieme in scena la Medea di Jean Anouilh; la parte di Giasone sarà affidata a Osvaldo Ruggeri mentre non sono stati ancora scelti gli altri attori.

Per le scene e i costumi è stato interpellato Ter Aratunian che ha già collaborato con Menotti per la rappresentazione del Pélleas et Mélisande al recente Festival dei Due Mondi e che pare disposto a partecipare all’impresa.

Menotti era a New York quando è stato chiamato al telefono dalla Magnani ed ha finito con l’accettare la proposta dell’attrice, anche se non sa bene «come se la caverà alle prese con un testo difficile come quello di Anouijh» e anche se ha dovuto rinunciare a molti impegni.

Ma la sua ammirazione per la Magnani e per la Medea («il testo contiene, più di quello di Euripide, una aperta sfida alla borghesia» egli ha detto) lo hanno convinto a tentare.

Anna Magnani aveva da tempo nel cuore il personaggio dell’eroina di Anouilh che ella ritiene sia fatto su misura per lei: «La mia recitazione — ha dichiarato I’attrice — sarà perciò impostata nel senso più umano e più vero».

II sodalizio artistico tra Anna Magnani e Giancarlo Menotti sembra destinato a dare altri frutti oltre alla Medea: infatti I’attrice e il regista prepareranno insieme anche la Jerma di Lorca che probabilmente sarà presentata l’anno prossimo a Spoleto.

Ottobre, 1966

In foto Anna Magnani e Giancarlo Menotti durante la conferenza stampa.