Correva l’anno dedica questa puntata a due donne dal temperamento e dal talento straordinari. Due italiane. Due stelle del cinema. Due grandi interpreti della storia del nostro Paese. Hanno incarnato personaggi memorabili. Hanno fatto ridere, hanno fatto piangere, hanno fato pensare. Hanno raccontato gli anni del fascismo e della guerra, ma anche quelli della rinascita e del boom economico.

La Magnani con “Roma città aperta” di Rossellini si può considerare la musa del neorealismo cinematografico. Con il suo sguardo sempre intenso e venato di malinconia ha saputo toccare le corde più profonde degli spettatori. Mentre la Loren rappresenta l’aspetto più scintillante dell’italianità, con la sua bellezza prorompente, la sua eleganza, il suo essere, sotto tutti gli aspetti, una vera diva. Indimenticabili però anche le sue parti più drammatiche, quelle legate ai giorni più bui della storia del Paese, come in “La ciociara” di Vittorio De Sica e in “Una giornata particolare” di Ettore Scola.

101